giovedì 17 marzo 2011

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 2:56 am

Innanzitutto buon giovedì.
Poi buon ponte a ki lo farà...
Aspetto ke venga il giorno per attaccare la mia bandiera alla finestra, sperando ke il vento non la strappi o ke la pioggia non la rovini.. ma anke se fosse, molti venti e molte piogge hanno strapazzato la nostra Italia, e anke tante altre catastrofi ben peggiori.
Eppure noi siamo ancora qui, in piedi contro tutto e tutti e orgogliosi di esserci.
E soprattutto sempre ben accetti in ogni altro paese del mondo, dove quando arrivi e dici ke sei italiano tutti sorridono e dicono "OH, ITALY... IS SO LOVELY!" Very Happy
Solo noi abbiamo Roma, Venezia, la Sardegna, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, Dante, il patrimonio artistico più grande, bello e vario del mondo;
solo noi siamo considerati i migliori amatori, stilisti, registi, poeti, cuoki del mondo;
solo nostra è l'arte di arrangiarsi e di fare di necessità virtù.
ITALIANS DO IT BETTER .... era scritto anni fà su una maglietta ke la cantante Madonna esibiva facendo jogging.
Non si sa cosa... ma noi facciamo meglio tutto. Soprattutto vivere e sopravvivere.
Un ricordo per ki ha dato la vita alla causa dell'Unità di Italia, a ki ha fatto di tutto, diplomaticamente e fisicamante perké ciò accadesse, a ki sta cercando di tenerla unita nonostante ci sia qualcuno ke vorrebbe smembrarla.

E ora ce la cantiamo con Mameli e Novaro:
http://www.youtube.com/watch?v=fqTSWch2s7Y&feature=player_embedded qui c'è tutta tutta!

Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta,
dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa.
Dov'è la Vittoria? Le porga la chioma,
ché schiava di Roma Iddio la creò.
Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta,
dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa.
Dov'è la Vittoria? Le porga la chioma,
ché schiava di Roma Iddio la creò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò, sì!


Noi fummo da secoli calpesti, derisi,
perché non siam popolo, perché siam divisi.
Raccolgaci un'unica bandiera, una speme:
di fonderci insieme già l'ora suonò....
Uniamoci, uniamoci, l'unione e l'amore
rivelano ai popoli le vie del Signore.
Giuriamo far libero il suolo natio:
uniti per Dio, chi vincer ci può?
Stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò.
Stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò, sì!


Dall'Alpe a Sicilia, dovunque è Legnano;
ogn'uom di Ferruccio ha il core e la mano;
I bimbi d'Italia si chiaman Balilla;
Il suono di squilla i Vespri suonò.
Son giunchi che piegano le spade vendute,
già l'aquila d'Austria le penne ha perdute.
Il sangue d'Italia e il sangue Polacco
bevé col Cosacco, ma il cor le bruciò.
Stringiamci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò.
Stringiamoci a coorte, siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, l'Italia chiamò, sì!



BUON COMPLEANNO ITALIA! cheers
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Buon compleanno Italia!

Messaggio Da Renato Pisani il Gio Mar 17, 2011 12:39 pm

Anche da parte mia: Buon compleanno Italia!

Io non mi sento Italiano ( Giorgio Gaber e Sandro Luporini 2003)
Io G. G. sono nato e vivo a Milano
Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono.
Mi scusi Presidente
non è per colpa mia
ma questa nostra Patria
non so che cosa sia.
Può darsi che mi sbagli
che sia una bella idea
ma temo che diventi
una brutta poesia.
…………………
Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono.
…………………..
Mi scusi Presidente
ma ho in mente il fanatismo
delle camicie nere
al tempo del fascismo.
Da cui un bel giorno nacque
questa democrazia
che a farle i complimenti
ci vuole fantasia.
Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono.
Questo bel Paese
pieno di poesia
ha tante pretese
ma nel nostro mondo occidentale
è la periferia.
Mi scusi Presidente
ma questo nostro Stato
che voi rappresentate
mi sembra un po' sfasciato.
……………….
Sarà che gli italiani
per lunga tradizione
son troppo appassionati
di ogni discussione.
Persino in parlamento
c'è un'aria incandescente
si scannano su tutto
e poi non cambia niente.
Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono.
Mi scusi Presidente
dovete convenire
che i limiti che abbiamo
ce li dobbiamo dire.
Ma a parte il disfattismo
noi siamo quel che siamo
e abbiamo anche un passato
che non dimentichiamo.
Mi scusi Presidente
ma forse noi italiani
per gli altri siamo solo
spaghetti e mandolini.
Allora qui m'incazzo
son fiero e me ne vanto
gli sbatto sulla faccia
cos'è il Rinascimento.
Io non mi sento italiano
ma per fortuna o purtroppo lo sono.
…………………………

Renato Pisani

Maschile
Numero di messaggi : 51
Età : 67
Località : Roccatederighi
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 07.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da bolox il Gio Mar 17, 2011 8:25 pm

Per l'italico compleanno,ho ripassato un pò di storia risorgimentale riguardando sulla 7 in famiglia alle 14 il film su Garibaldi.Mi sto impegnando a rivedere queste figure viste sui libri,un pò annoiati dai ritmi scolastici che tendono a sbiadire come le pagine che li contengono,per ridare visione reale a persone esistite che hanno dato o impegnato la vita per il loro ideale ,del raggiungimento del quale tutti noi poi abbiamo usufruito.
Ed in questo mondo di personaggi pubblici ipocriti e spesso meschini (quando non disonesti) ho ripassato anche una lezione più recente riguardando " i cento passi " vita e morte di Peppino Impastato militante antimafia di Cinisi (Pa) che oltretutto è morto la stessa notte in cui fu ucciso Moro per cui nell'oblio di allora totale.
Ultimamente ho riscoperto un certo attaccamento all'inno,ma nel mio repertorio è presente "Io non mi sento italiano " per altro mirabilmente ripresa da Daniele Silvestri in una recente puntata di Vieni via con me su rai 3

Buon compleanno
avatar
bolox

Maschile
Numero di messaggi : 244
Età : 64
Località : Piombino
Occupazione/Hobby : Impiegato tecnico/musicista
Umore : serioso
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 04.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:12 pm

E' kiaro ke non siamo orgogliosi dei politici corrotti, della mafia, dei delitti senza colpevole, degli spreki, della disoccupazione, dei problemi dei giovani, del marciume ke impesta qualsiasi cosa ci circondi.
ma come diceva ieri sera sul LA 7 Giuliano Amato (ke + lo guardo, + mi sembra ke assomigli ad un topo...) nessun'altra nazione è fondata su strati di cultura coma la nostra.
Nessuno ha il nostro patrimonio culturale, ed è di questo ke sono orgogliONA! albino
I problemi ce li hanno tutti gli altri popoli, ki + ki meno....
Oggi Filippo mi diceva, "IN SVEZIA NON CI SONO GLI SPREKI E LA DISORGANIZZAZIONE KE ABBIAMO NOI".. sarà anke vero, ma da quando facevo le elementari, mi è stato insegnato ke in Svezia (e in Scandinavia in generale) c'è la + alta percentuale di suicidi, proprio perké il cittadino ha la propria vita organizzata in tutto da quando nasce a quando muore, e spesso decide di morire prima, per mancanza di stimoli, di sfoghi e, perké no, anke di motivi per lamentarsi.
Ogni stato ha grossi disagi di ogni genere, ma noi vediamo meglio solo i nostri, e talvolta ci sembrano peggiori di quelli degli altri, ma si sa, se ognuno portasse i propri problemi in piazza, poi preferirebbe tornare a casa con la propria croce.
Quando sento l'inno nazionale ke parte con quell'introduzione così imperiosa mi si gonfia il cuore nel petto e mi salgono le lacrime agli okki!
Eppure non ho fatto nemmeno il militare... Suspect
Sento di appartenere ad un popolo orgoglioso, ke non abbassa mai la testa, capace di grandi prodezze in ogni campo, dallo sport alla ricerca scentifica, ke esporta cultura e stile in ogni parte del mondo. In questa pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Stati_del_mondo c'è l'elenco degli stati del mondo.... ebbene, alcuni non li avevo mai nemmeno sentiti nominare, alcuni sono conosciutissimi per i casini ke hanno attraversato durante la storia ma la maggior parte sguazza nel limbo della mediocrità.
E l'Italia non è certo fra questi. Magari in poki sanno dove si trova il Burundi, ma tutti sanno dov'è l'Italia.
Sapete ke Dante è lo scrittore + conosciuto in ogni parte del Mondo???
E stupefacentemente lo è anke Collodi! Ebbene sì! Il toscanissimo Carlo Lorenzini e il suo Pinokkio sono conosciuti OVUNQUE!
Oh sì, lo è anke Shakespeare, ma ...sembra ke fosse italiano anke lui! tongue
Non sto skerzando!
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:21 pm

da LA VENDETTA DEL FANTASMA FORMAGGINO di Elio e le Storie tese:

"...In effetti l'italiano era andato dentro un'altra barzelletta ... quella dove un'orologio vien gettato da una torre e si fa a gara a chi lo prende prima ch'esso tocchi terra spaccandosi.
E allora l'italiano te lo porta un'ora indietro, poi raggiunge il marciapiede sottostante in largo anticipo, raccoglie al volo l'orologio ed in sostanza vince, vince, si, l'italiano vince, e con lui vince l'Italia intera.
E se uno svizzero ti dice:"Italiano pizza spaghetti mandolino mamma, (mamma lo sai chi c'è? E' arrivato il merendero)" tu non arrossire, e non abbassare gli occhi, ma digli:
primo: tu non prendi parte neanche ad una barzelletta...."

tanto x sdrammatizzare! jocolor
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:26 pm

continuo il mio contributo musicale (se non lo faccio io!!!)

Dolce Italia (Eugenio Finardi)

A Boston c'é la neve e si muore di noia
Urla tristi di gabbiani sull'acqua della baia
Gente dalla pelle grigia che ti guarda senza gioia
Tutti freddi e silenziosi chiusi nella loro storia
Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia é già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente é più sincera, la vita é più vera
Ma poi arrivan quei momenti in cui non si sa che dire
Quando si sa dove si é ma non dove si può andare
E dopo tante certezze e tante sicurezze
E' il momento di dubitare, sembra tutto senza valore
Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia é già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente é più sincera, la vita é più vera
Ma poi tornati qui a Milano sembrano tutti americani
Vivono vite di sponda ciechi ai loro problemi
Vorrei metterli su di un Jumbo e poi fargliela vedere
Quell'America senza gioia, sempre in vendita come una troia
Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia é già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente é più sincera,
la vita qui in Italia oh dolce Italia
In Italia é già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente é più sincera, la vita é più vera.
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:28 pm

e vado avanti:

VIVA L'ITALIA (Francesco De Gregori)

Viva l'Italia, l'Italia liberata,
l'Italia del valzer, l'Italia del caffè.
L'Italia derubata e colpita al cuore,
viva l'Italia, l'Italia che non muore.
Viva l'Italia, presa a tradimento,
l'Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
l'Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
viva l'Italia, l'Italia che non ha paura.
Viva l'Italia, l'Italia che è in mezzo al mare,
l'Italia dimenticata e l'Italia da dimenticare,
l'Italia metà giardino e metà galera,
viva l'Italia, l'Italia tutta intera.
Viva l'Italia, l'Italia che lavora,
l'Italia che si dispera, l'Italia che si innamora,
l'Italia metà dovere e metà fortuna,
viva l'Italia, l'Italia sulla luna.
Viva l'Italia, l'Italia del 12 dicembre,
l'Italia con le bandiere, l'Italia nuda come sempre,
l'Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
viva l'Italia, l'Italia che resiste.
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:33 pm

se un mi fermate, continuo!!!

L'ITALIANO (Toto Cutugno)

Lasciatemi cantare, con la chitarra in mano,
lasciatemi cantare, sono un italiano.
Buongiorno Italia, gli spaghetti al dente, un partigiano come presidente,
con l'autoradio sempre nella mano destra e un canarino sopra la finestra.
Buongiorno Italia, con i tuoi artisti, con troppa America sui manifesti,
con le canzoni con amore e con il cuore, con più donne sempre meno suore.
Buongiorno Italia, buongiorno Maria,
con gli occhi pieni di malinconia, buongiorno Dio,
lo sai che ci sono anch'io?

Lasciatemi cantare, con la chitarra in mano,
lasciatemi cantare una canzone piano piano.
Lasciatemi cantare, perché ne sono fiero,
sono un italiano, un italiano vero.

Buongiorno Italia che non si spaventa, con la crema da barba alla menta,
con un vestito gessato sul blu e la moviola la domenica in T.V.
Buongiorno Italia col caffè ristretto, le calze nuove nel primo cassetto,
con la bandiera in tintoria e una seicento giù di carrozzeria.
Buongiorno Italia, buongiorno Maria,
con gli occhi pieni di malinconia, buongiorno Dio
Lo sai che ci sono anch'io?

Lasciatemi cantare, con la chitarra in mano,
lasciatemi cantare una canzone piano piano.
Lasciatemi cantare, perché ne sono fiero,
sono un italiano, un italiano vero.
Lasciatemi cantare, perché ne sono fiero,
sono un italiano, un italiano vero!
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:42 pm

e ora uno dei miei autori preferiti:

UNA NOTTE IN ITALIA (Ivano Fossati)

È una notte in Italia che vedi questo taglio di luna
freddo come una lama qualunque e grande come la nostra fortuna
la fortuna di vivere adesso questo tempo sbandato
questa notte che corre e il futuro che arriva chissà se ha fiato.
È una notte in Italia che vedi questo darsi da fare
questa musica leggera, così leggera che ci fa sognare
questo vento che sa di lontano e che ci prende la testa
il vino bevuto e pagato da soli alla nostra festa.
È una notte in Italia anche questa in un parcheggio in cima al mondo
io che cerco di copiare l'amore ma mi confondo
e mi confondono più i suoi seni puntati dritti sul mio cuore
o saranno le mie mani che sanno così poco dell'amore.
Ma tutto questo è già più di tanto, più delle terre sognate
più dei biglietti senza ritorno dati sempre alle persone sbagliate
più delle idee che vanno a morire senza farti un saluto
di una canzone popolare che in una notte come questa ti lascia muto.
È una notte in Italia se la vedi da così lontano
da quella gente così diversa in quelle notti che non girano mai piano
io qui ho un pallone da toccare col piede, nel vento che tocca il mare
è tutta musica leggera, ma come vedi la dobbiamo cantare,
è tutta musica leggera, ma la dobbiamo imparare.
È una notte in Italia che vedi questo taglio di luna
freddo come una lama qualunque e grande come la nostra fortuna
che è poi la fortuna di chi vive adesso questo tempo sbandato
questa notte che corre e il futuro che viene a darci fiato.
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:45 pm

ci si ripiglia con un po' di ritmo??

OK ITALIA (Edoardo Bennato)

Scende la sera questa febbre che sale, cos'è?
arrivi puntuale ed ognuno impazzisce per te!
di giorno forse hai qualche problema, si, ma la notte ti trasformerà
in una stella, che brilla sopra ogni città!
Ti muovi bene sui quei tacchi a spillo OK ITALIA!
fascino classico e un poco di nostalgia
a volte sei una spiaggia libera, a volte un rischio da evitare!
Passo di danza, mentre il ritmo incalza di più
dolce e perversa fai un'altra promessa, tu
le calze con la riga nera, al tempo stesso sexy ed austera
la tua bandiera ondeggia e ti copre appena!
Ti muovi lenta e ti lasci guardare, OK ITALIA!
dondoli i fianchi come solamente tu sai fare
sei un rapido che è sempre in ritardo, sei un grande sogno da attraversare!
Ma il sogno tuo proibito è una canzone che non so
sospesa tra la tarantella ed il Rock and Roll!
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Cecilia il Gio Mar 17, 2011 9:51 pm

Un grande cantautore le ha dato un nome femminile bellissimo.

AIDA (Rino Gaetano)

Lei sfogliava i suoi ricordi, le sue istantanee, i suoi tabù,
le sue madonne, i suoi rosari, e mille mari, e alalà...
i suoi vestiti di lino e seta, le calze a rete, Marlene e Charlot...
e dopo giugno il gran conflitto, e poi l'Egitto, e un'altra età,
marce, svastiche, e federali, sotto i fanali, l'oscurità...
e poi il ritorno in un paese diviso, più nero nel viso e più rosso d'amore.
Aida, come sei bella...
Aida, le tue battaglie, i compromessi, la povertà,
i salari bassi, la fame bussa, il terrore russo, Cristo e Stalin...
Aida la costituente, la democrazia, e chi ce l'ha?
E poi trent'anni di safari, fra antilopi e giaguari, sciacalli e lapin...
Aida, come sei bella...
avatar
Cecilia
Collaboratore attivo senior
Collaboratore attivo senior

Femminile
Numero di messaggi : 688
Età : 45
Località : Roccastrada - Roccatederighi
Occupazione/Hobby : lo sapete!!
Umore : allegro.... circa 360 gg all'anno!
Barra di rispetto :
100 / 100100 / 100

Data d'iscrizione : 22.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: giovedì 17 marzo 2011

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum